Dancity Festival 2014 Dancity // WeTransfer // Open Call

June 26/27/28 2014

ITA

DANCITY FESTIVAL 2014 “GATEWAY” presenta
DANCITY // WETRANFER // OPEN CALL
26, 27, 28 giugno - Foligno


LA TRASMISSIONE DEI DATI E’ AVVENUTA CON SUCCESSO.

Si sono chiuse lo scorso Maggio le iscrizioni al bando DANCITY // WETRANSFER // OPEN CALL promosso dall’Associazione Culturale Dancity ed ora vi comunichiamo i selezionati.

GATEWAY non è solo il concept della nona edizione del Dancity Festival che, a partire dal 26 Giugno prossimo, animerà per tre giorni la città di Foligno, ma anche il tema del bando rivolto ad artisti, fotografi, illustratori, video-maker e designer che hanno avuto l’occasione di presentare il proprio progetto all’interno della cornice del Dancity Festival, in una location esclusiva come quella delle stanze di Palazzo Candiotti.

Numerose le partecipazioni, nazionali ed internazionali, che hanno concorso all’Open Call grazie alla visibilità data da WeTransfer, partner tecnico ed unico mezzo di trasmissione dei progetti.
Dopo un’attenta analisi, dunque, si rendono pubblici oggi i nomi dei dieci selezionati, tra artisti e collettivi, che così si sono guadagnati uno spazio all’interno del Gateway Dancity Festival, il portale di scambio e di sperimentazione tra le arti.

Si parte con Another Studio, giovane collettivo di fotografi con base a Roma, che propone una serie di ritratti su temi sociali dal titolo Sulla Soglia; si prosegue con un progetto di Sound Art della poliedrica compositrice Daria Baiocchi dal nome Plasma.

A seguire è la volta di Davide Fasolo, pittore e documentarista che espone un’opera in digitale (A walkthrough), mentre per la sezione installazioni ci lasceremo attrarre dal lavoro site specific (In Fluxus) di Nicole Voltan, giovane artista veneta con una forte attitudine scientifica che l’ha portata a lavorare sul concetto di “vincolo”.

L’occasione di interagire direttamente con l’opera viene proposta da Marco Morandi, artista attivo nell’ambito del light-design e nel campo multimediale (Progetto Lucina), mentre la “tradizione” analizzata in chiave contemporanea e il contatto tra i due ambiti sono interpretati da Davide Calvaresi con il progetto Tombo. Ancora qualche nome da scoprire prima di avere tutto il meccanismo al completo: quindi è il turno di V O I D, all’anagrafe Mauro Vitturini + Arnaud Eeckhout, con base a Bruxelles, i quali presentano un’installazione dal nome Magnetic Field.
Il tema GATEWAY è interpretato invece dall’artista Federica Di Carlo tramite l’esplorazione dei confini dell’arcobaleno e la dislocazione variabile dell’uomo con l’opera dal titolo Ogni cosa è illuminata. Movimento corporeo e proiezione video sono gli aspetti sviluppati da Martìn Romeo nella performance interattiva Label; si termina con il duo composto da Marco Marzuoli e Alessandro Sergente, in arte htcos, che in Conversation analizza lo scambio di dati e il rapporto tra input e feedback.

Questi i protagonisti che animeranno le 10 sale dello storico palazzo, ma solo uno di loro avrà l’opportunità di essere visibile a livello internazionale come background del sito WeTransfer.
A decretare il vincitore non sarà solo il direttivo del Dancity Festival, ma anche i vicini di casa, nonché nostri forti sostenitori: gli amici del roBOt Festival di Bologna (20 settembre, 1-5 Ottobre 2014), ormai veterani in fatto di progetti digitali e multimediali grazie alla loro call4roBOt.

L’appuntamento per il vernissage di apertura è previsto giovedì 26 giugno alle ore 18:00 presso Palazzo Candiotti a Largo Frezzi, Foligno (PG).
Ingresso gratuito
Gli orari di apertura al pubblico sono: giovedì 26 giugno (18:00-22:00), venerdì 27 e sabato 28 (mattina: 10:00-13:00, pomeriggio: 15:00-21:00)

Per info: leonora@dancityfestival.com

richiesta accrediti

Nome Evento

Dati personali

Nome e Cognome

Numero documento (passaporto/CI)

Email

Telefono

Informazioni sul media

Nome organizzazione/testata

Indirizzo

CAP

Città

Paese

Telefono

Fax

Email

Web

Area distribuzione

Messaggio

Consenso

Accetto

 

Questo sito - eccetto dove diversamente specificato
è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons - Credits

facebooktwitteryoutubevimeomyspaceissuumixcloudrss